La condivisione tra professionisti del settore, la scelta dei prodotti fitosanitari, l’importanza di un supporto tecnico in tutta la gestione del vigneto, il ruolo degli agricoltori nella gestione del territorio e dell’ambiente. Sono questi i temi che hanno decretato il successo del Tour ViteBio 2019, la serie di incontri in campo organizzati da Certis Europe per condividere le strategie di difesa per la viticoltura biologica.

Le tappe del tour svolte negli scorsi mesi hanno coinvolto l’Azienda Agricola Casini di Castelvetro di Modena, l’Azienda Agraria “Lungarotti Chiara” a Turrita di Montefalco (PG), la Società Agricola S.r.l. di Montalcino (SI), la Fattoria di Fiorano (RM), le Tenute Sella & Mosca di Alghero (SS) e Serragiumenta di Altomonte (CS): sei diversi territori per essere vicini ai produttori e offrire una consulenza personalizzata.

Dal punto di vista delle soluzioni fitosanitarie, gli appuntamenti hanno visto un focus sui prodotti rameici, date le recenti limitazioni poste dal regolamento UE 2018/1981 pubblicato il 13 dicembre 2018. Questo scenario impone una scelta oculata dei prodotti rameici da utilizzare, per rimanere entro le norme imposte e continuare a produrre uve sane, raccogliendo un prodotto eccellente da poter lavorare in cantina.

In questo senso il tour ha visto anche un focus più ampio, per ribadire l’importanza di un supporto tecnico qualificato con cui confrontarsi per gestire il “sistema vigneto”. ViteBio è stata anche l’occasione per dare vita a una condivisione trasparente e approfondita su tutta la cura del vigneto: gestione del suolo, di interfila e sottofila, della chioma e della fascia grappolo, concimazioni e irrigazione. Infine, si è posto l’accento sul ruolo del settore agricolo nel sensibilizzare, informare e formare l’opinione pubblica sul ruolo fondamentale dell’agricoltura non solo per la produzione di cibo di qualità ma anche nella gestione del territorio e dell’ambiente.

“Il Tour ViteBio 2019 è stato un evento di successo per le tematiche affrontate e il confronto aperto che si è instaurato tra i partecipanti – ha commentato Fabio Berta, Responsabile Tecnico di Certis Europe. I numerosi professionisti presenti al Tour hanno condiviso le proprie esperienze e ci hanno permesso di arricchire ViteBio con nuove idee che svilupperemo e inseriremo nel progetto già dai prossimi anni”. 

Un doveroso ringraziamento va a tutte le aziende, tecnici e consulenti che in questi anni hanno lavorato con Certis allo sviluppo di ViteBio. Sui canali social di Certis Europe Italia è possibile guardare i filmati delle tappe del Tour ViteBio 2019.